Gyno CanesTest tampone vaginale di autodiagnosi (1 pz)

Altre viste

  • Gyno CanesTest tampone vaginale di autodiagnosi (1 pz)
  • Gyno CanesTest tampone vaginale di autodiagnosi (1 pz)

Confezione:

  • 1 test di autodiagnosi
  • Ean 8000560990362
  • Minsan 971089204
marca: Bayer
disponibilità: 33 confezioni
spedizione: Consegna in 24/48 ore
È un dispositivo medico

Disponibilità: Disponibile

Prezzo di listino: 10,65 €
-25%
7,99 iva compresa
Quantità

Indicato per:

Autotest vaginale per la diagnosi di infezioni vaginali comuni, utile come ausilio nella diagnosi della causa.

Caratteristiche Gyno CanesTest tampone vaginale di autodiagnosi (1 pz)

Con un cambio di colore sulla punta gialla del tampone, Gyno-Canestest indica se il pH delle secrezioni vaginali è normale oppure elevato.
Test positivo=Punta blu/verde: un test positivo (cambio di colore in blu/verde) indica un livello elevato del pH vaginale. 
Test negativo=nessun cambio di colore: indica un pH vaginale normale.

• Clinicamente testato con una precisione superiore al 90%
• Test immediato con risultati in pochi secondi
• Facile da leggere

Gyno-Canestest è un test autodiagnostico per l’uso da parte di donne con sintomi vaginali anomali come ausilio nella diagnosi della causa.

Quali sono le cause più comuni delle infezioni vaginali?
Le infezioni vaginali sono un problema di uso tra le donne di tutte le fasce di età.
Mentre alcune infezioni vaginali sono accompagnate da perdite vaginali anomale, quasi il 50% di esse non presentano questi sintomi.
Le cause più comuni delle infezioni vaginali sono batteri, lieviti e trichomonas (potrebbero anche dipendere da una combinazione di tali agenti infettivi).
La vaginosi batterica, un’infezione della vagina causata da alcuni batteri, è più comune rispetto alla candida e alla tricomoniasi ed è associata a perdite fluide lattiginose (dense) bianco-grigie e odore di pesce.
Può causare complicanze, specialmente nel corso di una gravidanza e del parto, pertanto deve essere gestita correttamente.

Le perdite causate da una tricomoniasi sono giallo-verdi, schiumose (spumose) e sono solitamente associate a cattivi odori, prurito vulvare e minzione dolorosa. In entrambe le infezioni il pH è elevato.

Per contro, il pH vaginale in caso di infezione da candida è generalmente normale. Le perdite sono bianche, spesse e ricordano il formaggio fresco (ricotta), senza odori sgradevoli. La candida è associata a prurito e bruciore intensi nella vagina e nella zona vulvare.

Come agisce Gyno-Canestest?
Il pH normale della vagina (il pH è un indicatore di acidità) può variare da 3,5 a 4,5. La vaginosi batterica e le infezioni da trichomonas, oltre a cause di tipo non infettivo (tra cui il deficit di estrogeni o la menopausa) causano un aumento del pH vaginale.

I risultati si basano su un’indicazione del livello del pH e ne è stata dimostrata l’utilità nel rilevare, con un'accuratezza superiore al 90%, l’eventuale variazione del pH vaginale anche in caso di secrezioni acquose di vario livello.

Per altre interpretazioni del test, vedere la sezione “Come interpretare i risultati del test?”.