Blefarite cosa sono e quali i rimedi

Cos’è la blefarite

La Blefarite è un’infiammazione, acuta o cronica, del margine libero delle palpebre che si manifesta con la comparsa di arrossamenti, iperemia, edema, squame e, in estremo, ulcere. Di solito la blefarite si può risolvere in maniera spontanea in 2/4 settimane, ma spesso la patologia tende a cronicizzare causando infiammazioni permanenti e fastidiose.

Cause

Alla base della blefarite possiamo avere diversi fattori come un’alterata secrezione delle ghiandole di Meibomio, difetti di refrazione non corretti adeguatamente, malattie cutanee, disordini alimentari e anche fattori ambientali quali fumo, polveri e batteri. Anche le cattive abitudini giornaliere possono causare l’infiammazione palpebrale, come per esempio l’uso scorretto di lenti a contatto e l’uso di cosmetici per gli occhi non risciacquati perfettamente, in quanto i residui di trucco a fine giornata possono accumulare una grande quantità di batteri.

La blefarite infatti può avere anche origine batterica, specialmente nel caso delle forme acute ulcerative. Queste generalmente si manifestano come infiammazione del margine libero palpebrale a livello dell'inserzione delle ciglia, dovuta ad un'infezione spesso stafilococcica, ma a volte anche virale (es herpes simplex, varicella zoster).

L’infezione batterica in genere si può riconoscere perché dà luogo a più croste rispetto a quelle di origine virale, che di solito hanno secrezioni sierose chiare. Esiste anche la blefarite acuta non ulcerativa, di solito come conseguenza di una reazione allergica locale dovuta a pollinosi oppure all’utilizzo di sostanze topiche locali.
La blefarite cronica è un'infiammazione non infettiva a eziologia idiopatica che coinvolge le ghiandole di Meibomio, situate nello spessore della palpebra, atte a produrre una miscela di sebo che riduce l'evaporazione lacrimale mediante la formazione di un film lipidico il quale ricopre il film acquoso lacrimale. Nella disfunzione delle ghiandole di Meibomio la composizione del film lipidico viene alterata. Ciò causa la dilatazione dei dotti e degli orifizi ghiandolari, con formazione di tappi cerei.

1 Prodotto/I

per pagina

Iridina Collirio spray ad occhi chiusi secchi e stanchi (10 ml)

Iridina Collirio spray ad occhi chiusi secchi e stanchi (10 ml)

Marca: Montefarmaco
Confezione: flacone spray 10ml
Prezzo di listino: 12,90 €
-50%
6,49 iva compresa
Azione idratante e lubrificante.Migliora l'elasticità del contorno occhi. Indicato in caso irritazioni associate a secchezza oculare o blefarite.
Acquista...

1 Prodotto/I

per pagina

Sintomi della blefarite

La blefarite esordisce spesso con sintomi quali prurito e bruciore, sensazione di corpo estraneo, arrossamenti, lacrimazione eccessiva, fotofobia.

Trattamento della blefarite

La blefarite viene trattata diversamente a seconda delle forme in questione. Quella acuta ulcerativa è solitamente trattata con antibiotici topici o con antivirali per via sistemica. La blefarite acuta non ulcerativa viene a volte trattata con corticosteroidi topici. Il trattamento dei disturbi cronici prevede l'impiego di lacrime artificiali, impacchi caldi e alle volte antibiotici per via orale. La prevenzione della malattia è essenzilae ed impone una drastica riduzione di cibi grassi o eccessivamente dolci a favore di un’alimentazione sana a base di frutta e verdura.